Corti finalisti: quarta proiezione pubblica

Protagoniste di questa proiezione sono state le opere “Strawberry Garden” di Alessandro Arfuso, “La ricetta” di Luigi Pironaci e “Timballo” di Maurizio Forcella. E’ seguito un incontro con i registi e gli autori dei corti. Felice Catapano ha lasciato Napoli da mezzo secolo per trasferirsi negli States, ma oggi è rimasto solo in una grande casa vuota, con …

Protagoniste di questa proiezione sono state le opere “Strawberry Garden” di Alessandro Arfuso, “La ricetta” di Luigi Pironaci e “Timballo” di Maurizio Forcella. E’ seguito un incontro con i registi e gli autori dei corti.

Felice Catapano ha lasciato Napoli da mezzo secolo per trasferirsi negli States, ma oggi è rimasto solo in una grande casa vuota, con un giardino di fragole inselvatichito di cui si prendeva cura sua moglie.
Giù prepara con amore la cena per un ospite atteso con impazienza, timore e affetto: a guidarla attraverso la cornetta del telefono è la sua alleata di sempre.
In una trattoria animata da personaggi sopra le righe e alla presenza di una ospite speciale (Maria Grazia Cucinotta) si preparerà un piatto nuovo, frutto del meticciamento, del caso e dell’imprevedibilità.
Sono i tre corti proiettati in questo quarto blocco, seguiti da un incontro con Alessandro Arfuso, Luigi Pironaci e Valentina Ruggieri. Alessandro ha svelato al pubblico la provvidenziale casualità in cui si è imbattuto nello straordinario personaggio di Felice, mentre era negli Stati Uniti. Luigi e Valentina hanno condiviso la complessità della costruzione di un’opera che lascia il pubblico semplicemente a bocca aperta.