Ultima proiezione pubblica dei cortometraggi finalisti

Self Control di Salvatore Sclafani, I spiritari di Graziano Molino e Buffet di Alessandro D’Ambrosi & Santa De Santis chiudono il ciclo di proiezioni pubbliche dei venti cortometraggi finalisti per questa prima edizione di Moviemmece. Alle proiezioni è seguito un dialogo del pubblico con i registi delle tre opere. Per Self Control, oltre al regista …

Self Control di Salvatore Sclafani, I spiritari di Graziano Molino e Buffet di Alessandro D’Ambrosi & Santa De Santis chiudono il ciclo di proiezioni pubbliche dei venti cortometraggi finalisti per questa prima edizione di Moviemmece.

Alle proiezioni è seguito un dialogo del pubblico con i registi delle tre opere. Per Self Control, oltre al regista Salvatore Sclafani, ha partecipato all’incontro anche l’attore protagonista Domenico Cangialosi, che interpreta il ruolo di un ragazzo affetto da disturbi alimentari che si chiude sempre più nella rigida norma volta a perdere peso, allontanandolo da tutti i suoi affetti. I spiritari è invece uno splendido documentario alla riscoperta dell’antico mestiere degli “spiritari”, che in Sicilia estraevano artigianalmente l’essenza dagli agrumi con un lungo e faticoso processo, alleviato da canti, storie e costruzione di una comunità perdutasi con l’arrivo della meccanizzazione. Buffet, infine, mette in scena la voracità consumistica della società in un brillante corto di azione in cui un coraggioso gruppo di catering affronta l’aggressione dei commensali, pronta a degenerare oltre ogni ragionevolezza.